Internet delle cose: una breve spiegazione

Voglio spiegare in poche parole la definizione di Internet delle Cose (IoT, internet of things), un argomento attuale e strettamente legato ai nostri beacon.
Quando si parla di IoT si intende la possibilità di estendere la connessione ad internet a tutte le “Cose” del mondo reale, così da rendere l’intero mondo sempre connesso.
Per “Cose” si intendono tutti gli elementi della realtà che possono essere identificati da un numero identificativo, sia che essi siano oggetti o essere viventi: in questo modo, saranno “Cose” non soltanto televisioni, frigoriferi, automobili o fotocamere, ma anche persone portatrici di pacemaker, animali dotati di un chip elettronico, o un albero all’interno di un parco. Grazie alla connessione internet, gli oggetti possono comunicare tra loro e scambiarsi informazioni, senza più la necessità che un essere umano che le gestisca e trasmetta. Pensate alle possibili implicazioni positive di un mondo costantemente connesso, prendiamo il caso di un portatore di pacemaker: se l’apparecchio dovesse avere qualche funzionamento, esso manderebbe subito una segnalazione via internet ad un dispositivo capace di leggerla, che a sua volta la trasmetterebbe ad’ambulanza, che potrebbe quindi intervenire con tempestività anche se il malcapitato dovesse trovarsi solo in casa o in qualche luogo isolato. Il numero identificativo, inoltre, funge da carta d’identità della “Cosa”, per cui ogni segnale trasmesso potrà riferirsi soltanto a colui che lo ha emesso.
Attualmente l’IoT interessa soprattutto settori come la robotica o la domotica, ma è sicuro che a breve riguarderà ogni aspetto della nostra vita, non appena verranno risolte le problematiche di privacy e sicurezza che si portano dietro. Se ci pensate bene, già oggi, seppur tramite i beacon, è possibile far dialogare i nostri smartphone con i luoghi del mondo reale, come musei, negozi o scuole. In un prossimo futuro l’Iot saranno all’interno di quasi tutti gli oggetti costruiti nel mondo, e allora sì che vivremmo totalmente immersi in un mare di informazioni.

A concludere, inserisco un video di Jhon Barrett che spiega, durante una delle famose chiacchierate di Ted, il mondo dell’Internet delle Cose. Ha ormai più di due anni, ma Jhon Barret non nasconde i rischi dell’IoT, per cui è oltremodo interessante.

iBeacon e Uribeacon
Beacon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.