La scuola e i beacon

La Stephen Perse Foundation (situato a Cambride, Regno Unito, ndt) è un gruppo di sei scuole fondato nel 1881 che sono sempre state all’avanguardia nella ricerca sull’educazione. Ogni studente possiede un iPad, dai maturandi alla sesta classe (che corrisponde all’incirca alla nostra prima media, ndt), permettendogli di esplorare le potenzialità delle nuove tecnologie nell’insegnamento, come i beacon. Avendo conosciuto i beacon, la scuola era desiderosa di scoprire come utilizzarli per migliorare le esperienze di studio degli studenti e per dare ai ragazzi di ogni età contenuti specifici per ogni luogo di tutta la scuola. A seguito di una prima consultazione con locly (una società di software, ndt), la scuola decise di esplorare i seguenti punti chiave per la fase uno di un progetto basato sui beacon.

  • Creare un’app per gli studenti
  • Creare zone per l’apprendimento e display per il “self-discovery”
  • Creare dei “discovery/information point”
  • La “Open Day Custom Beacon” app
  • Esplorare il lavoro condiviso e di gruppo

1) “Student Beacon App”

Locly ha sviluppato una beacon app, per insegnanti e studenti, da riempire con contenuti dinamici utilizzando locly.com. I contenuti sono molto facili da creare: per esempio, condividere un corso su iTunes U è facile come copiare un link. Ogni modifica o nuovo contenuto apparirà immediatamente sull’app degli ‘iPad degli studenti. I contenuti sono mostrati sull’app come delle miniature che gli studenti possono facilmente scorrere. Premere su una miniatura rivela nuove informazioni sotto forma di:

testi, foto, video, file audio, widgets interattivi, estratti da iBook, documenti su Google Drive, corsi di iTunes U e molto altro.

I contenuti dell’app sono bloccati, così da essere visibili soltanto dagli insegnanti e dagli studenti quando essi sono vicini ad un beacon. Per ragioni di ulteriore sicurezza, entrambi devono autenticarsi all’app per accedere ai suoi contenuti.

2) Zone per l’apprendimento: wunderkammer

La wunderkammer (o gabinetto delle curiosità) è un incredibile spazio di apprendimento ed era il posto perfetto per configurare diverse zone con i beacon. Le miniature sono create per ognuno dei beacon usando estratti dal libro multi-touch della scuola, creato usando autori di iBook. Sono stati creati contenuti utilizzando fotografie, immagini, video e file audio, più alcuni widgets Bookry interattivi. Gli studenti possono esplorare la wunderkammer per scoprire contenuti dal beacon più vicino a loro e saperne di più.

“Self Discovery Display”: il centro di arti visive

Il centro di arti visive è un centro di creatività all’interno della scuola, dove gli studenti hanno la libertà di esplorare approcci interdisciplinari e sperimentarsi con nuove emozionanti idee – il posto perfetto per i beacon.

La struttura possiede ora 10 beacon, ognuno dei quali ha una specifica funzione: raccontare storie riguardo le opere d’arte principali, incluse informazioni sugli artisti, le loro influenze, e come hanno elaborato l’opera, passo dopo passo. Testi, video e audio sono utilizzati nella miniatura e widgets interattivi come “prima&dopo” hanno un grandissimo effetto. L’arte digitale svolge un importante ruolo nel centro, e i beacon sono utilizzati nel processo di creazione, presentazione e giudizio da studenti e insegnanti.

3) “Discovery point”: Poesia&Blog del giorno

La biblioteca della scuola adesso ha il suo beacon, che mostra ogni giorno agli studenti una poesia differente da scoprire. Gli studenti possono inoltre premere su una miniatura per aprire un Google Form per richiedere un libro. Un beacon è stato piazzato anche nell’ingresso principale, per mostrare un blog alla mattina. Lo studente può leggerlo quando arriva, mentre nel pomeriggio ne troverà uno differente quando tornerà a casa. Questo beacon è utilizzato anche per inviare notifiche agli studenti tramite la app.

4) “Open Day Custom Beacon” App

Grazie a locly la scuola può controllare quando e dove i loro contenuti possono essere visti. Una delle opzioni disponibili è permettere la visione dei contenuti in ogni momento, non soltanto nella prossimità di un beacon. La scuola ha utilizzato locly per creare un progetto Open Day. Questo include contenuti presi dai loro prospetti informativi, ed è corredato con file audio, video e importanti documenti pdf. Il progetto è stato inglobato all’interno dell’app personalizzata per genitori e visitatori, scaricabile all’app store.

5) Lavorare e condividere in gruppo

La tecnologia beacon ha introdotto un nuovo modo di lavorare e condividere in gruppo. Senza alcun bisogno di email e codici, glis tudenti e gli insegnanti possono facilmente condividere contenuti digitali miniaturizzati quando sono uno vicino all’altro. La Stephen Perse Foundation e locly stanno attualmente sviluppando le seguenti funzionalità beacon nelle classi:

  • iPad come beacon: Un insegnante può premere a lungo su una miniatura per inviarla dal proprio iPad. La miniatura apparirà immediatamente sull’app di ogni iPad vicino.
  • Annotazioni&ritorno: Un insegnante condivide un documento con gli iPad vicini. Lo studente può annotarlo sul proprio iPad e rispedirlo indietro all’insegnante e/o su Google Drive.
  • Google Drive: Ogni documento condiviso tramite la app di locly verrà salvato direttamente su Google Drive. Ogni schema di un gruppo sarà presa e usata per gestire i contenuti.
  • Contenuti programmati: Locly è ottima per la condivisione ad-hoc, ma gli insegnanti possono impostare che i contenuti siano visibili soltanto in un giorno e ora precisi, e per un determinato periodo di tempo.

 

traduzione da parte di: www.beaconitaly.it

 

Fonte: Educate1to1.org

Beacon per i non vedenti: un grande progetto
I beacon “terrorizzano” New York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.