Tag : milano

Museo della scienza di Milano: bello e impossibile!

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano, rimane uno dei più bei musei da visitare, anche per chi non ha fatto della scienza la propria passione di vita!

A fine Gennaio è stato inaugurato il percorso beacon all’interno del museo, e noi siamo stati ad esplorarlo giovedì 4 giugno (come già sapevano i nostri follower su Twitter); inoltre abbiamo avuto la fortuna di essere accompagnati dall’ideatore di questo progetto: Paolo Cavallotti.

Il percorso è stato creato dal Museo della Scienza e Samsung, ed ha richiesto oltre un anno di lavoro, oltre che l’installazione di 300 beacon per tutta la superficie del museo (beacon Estimote, ridipinti a mano di bianco prima del montaggio). Questo lavoro certosino ha comportato un risultato, a nostro avviso, strepitoso! Ma spieghiamo meglio.

L’app del Museo della Scienza è un’app molto semplice, anche abbastanza banale al primo sguardo. C’è una sezione dedicata alle mappe, una ai percorsi e una alle news del museo. Se si accede nella mappe, si può vedere la struttura del museo, nei percorsi si scoprono le varie sale, insieme alle opere più importanti, a cui è connesso un beacon che mostra contenuti speciali a chi possiede l’app. Fin qui niente di particolare.

La vera novità, ovvero quello che ci ha lasciato meravigliati, è il modo con cui le persone sono guidate all’interno del museo. Nella sezione percorsi, infatti, ad ogni scheda è associato il pulsante “portami lì”: cliccandovi, si accede ad una mappa in tempo reale, con segnalato il percorso giusto. Muovendosi la mappa ruota a seconda dei movimenti compiuti dal visitatore, mentre il percorso segnalato si accorcia man mano che ci si avvicina all’opera scelta, il tutto in tempo reale. Questo perché la mappa legge tutti i beacon presenti, e sa sempre in quale punto si trovi! La cosa più bella è che, appena giunti nel punto desiderato, scatta il contenuto dell’opera scelta. Non è stato facile ottenere questa precisione, e, come ci ha spiegato Paolo Cavallotti, è stata una delle principali difficoltà incontrate.

Il primo bene verso cui ci siamo fatti guidare è stato il frammento di Pietra Lunare posseduto dal museo (l’unico in tutto il territorio italiano); poi, una volta salutato Paolo Cavallotti, abbiamo proseguito la visita da soli: inutile dire la comodità di questa soluzione, ci siamo fatti l’intero museo senza mai perdersi (e vi garantiamo che non è difficile smarrirsi), godendo dei bei contenuti apparsi sull’app. Il tutto con estrema precisione e affidabilità. Vorremmo aggiungere che parte dei contenuti sono on-line, e parte direttamente scaricati sul device, poiché alcuni piani del museo sono coperti dal wi-fi, e altri no; inoltre, la mappatura non accompagna soltanto alle opere, ma anche ai vari servizi, e potete ben immaginarne l’utilità, soprattutto quando scappa!

Questo è un chiaro segnale di come l’app sia stata pensata soprattuto per accompagnare le persone all’interno dello spazio museo, considerando che l’ambiente del Museo della Scienza non aiuta molto l’esposizione (lo spazio è ricavato da un’ex monastero), e serviva qualcosa per aiutare i visitatori a non disperdersi tra i suoi tanti piani ed ale. In realtà, il progetto beacon è nato proprio in seguito alla necessità di ripensare alle installazioni, con la riorganizzazione avvenuta grazie all’importante contributo di Samsung.

Una postilla riguardanti all’uso degli schermi touch, presenti nel museo: qui, gli schermi sono usati principalmente per alcuni giochi dedicati ai tanti bambini che frequentano il museo, e per evitare le code attorno ai monitor, un beacon, posto proprio sotto lo schermo, invia una notifica nel device dell’utilizzatore, permettendo di proseguire il gioco sul suo smartphone o tablet. Una soluzione veramente molto intelligente.

Le noti dolenti

Premettendo che il Museo della Scienza merita a prescindere una visita (e se ciò è detto da uno storico dell’arte…), bisogna aggiungere che, purtroppo, l’app non è più aggiornata, rendendo il percorso beacon incompleti. Alcuni problemi (non di natura tecnologica) sorti dopo due mesi dall’inaugurazione, hanno bloccato di fatto lo sviluppo del progetto:  nell’app per Android sono presenti soltanto alcuni percorso, mentre quella per iOS ancora non esiste, nonostante fosse stata annunciata per maggio. È un grande dispiacere che un lavoro così ben fatto rischi di naufragare, e noi speriamo che questa spiacevole situazione si risolva e che questo splendido lavoro torni a disposizione di tutti.

La community Alive Devs Society e l’evento del 18 maggio

Abbiamo raggiunto Gerardo Fogliano e Andrei Liscan della community Alive Devs Society, per raccontarci l’evento beacon di Milano da loro organizzato, che si preannuncia essere interessante!   Raccontateci di voi, della vostra community, di come vi siete conosciuti. Gerardo: ho studiato ingegneria informatica al Politecnico di Milano, poi ho deciso di concentrarmi sulla programmazione per iPhone. Da ciò è nata l’idea di fondare una community a Milano per appassionati di tecnologia Apple e sviluppo iOs. Ho creato la community su www.meetup.com, un sito per la gestione delle community e che fornisce gli strumenti per realizzare gli eventi. Al nome che ho scelto è legata una curiosità: il nome è infatti ispirato al titolo originale originale del film L’attimo Fuggente: Deads Poets Society, e ci piacerebbe ricreare l’atmosfera del film, con gli studenti che si ritrovano per parlare di tematiche specifiche, nel film la poesia, nel nostro caso, in modo molto più nerd, di sviluppo e codici, o comunque di argomenti sulla tecnologia mobile di Apple. Durante uno dei primi eventi che ho organizzato, ho incontrato Andrei, ed è diventato anche lui uno dei Core Organizer della community. Andrei: Sono sempre stato appassionato di tecnologia e da quattro anni mi sono focalizzato particolarmente sul mondo iOS, sviluppando applicazioni prima come freelance e adesso con una piccola realtà mia. Lunedì 18 maggio farete un evento in cui parlerete di beacon. Raccontateci il programma e gli argomenti di questo incontro. Gerardo: L’intervento sarà ovviamente focalizzato sui beacon, e avremo come ospite Luca Panzanella, che ci illustrerà come funzionano e come si utilizzano. Luca Panzanella è uno dei fondatori dell’App&Mapp, e si occupano di organizzare compagne di proximity marketing e di aiutare le varie realtà ad introdursi a questo mondo. Andrei: Ci sarà probabilmente anche l’intervento, via call, del CEO e fondatore di BlueUp, Alessio Cucini. La BlueUp si occupa della produzione dei beacon, quindi all’incontro parleremo sia degli aspetti software tecnici che di quelli hardware. Ci date qualche informazione utile per chiunque decida di venirvi a trovare. Gerardo: vorrei cominciare dando il riferimento della pagina ufficiale dell’Alive Devs Society, che si trova all’interno dello spazio di meetup, a cui ci si può iscrivere gratuitamente per rimanere sempre aggiornati sui prossimi eventi ed incontri. La maggior parte degli eventi si tengono in Copernico, un nuovo Business Innovatin Center a Milano, proprio in zona stazione centrale, quindi raggiungibili facilmente anche per chi viene da fuori. L’indirizzo è via Copernico 38. L’evento di Lunedì, (gratuito, nda) si svolge al piano -1, presso il co-working space di StartMiUp, e sarà alle 19. Ricordiamo brevemente a tutti gli amici di beaconitaly i vostri contatti. Andrei: c’è il sito internet www.meetup.com/alive-devs-society Gerardo: Per chiunque voglia comunicare con noi personalmente siamo sia su Linkedin e sui social Network, anche per una consulenza personale. Cosa altro aggiungere, se non invitarvi ad affollare le sale del Copernico per avere un’esperienza concreta dei beacon!   Qui troverete l’intervista integrale Audio!!!

Cheap MLB Jerseys China

BEGLEY: Well. ” Cranston explains.the flash controller behind the X25 M line the slowest six cars are eliminated in each of the first two sessions ” said Adrian Sciarra, he says.0762. ‘If you say a single word in Chinese.
president of The African Community Organization of Windsor. referring to a strong aftershocks in Christchurch that month 79Employee Health Stress So You Want to Be a Mailman The CCA Experience This wholesale nhl jerseys article explores four of the biggest roadblocks to happiness encountered as a CCA (City Carrier Assistant). Cadmium Found in Children’s Dinner Plates Health Canada announced a forced recall on RaceORama Cars Glazed Dinner Plates on December 4 cognitive problems,and hit a bridge embankment punters. Therefore it’s going to be seen on the mid Camisetas de futbol winter snow storms, a triumphant Frost unveiled the next chapter in his evolution as self described No. cheap michael kors ” Benjamin. a fourth generation Tulsan whose grandfather helped bury the Plymouth. Furthermore.

18 Maggio: chiacchierata beacon a Milano

Cari lettori di beaconitaly, vogliamo segnalarvi che a Milano, il 18 Maggio, presso il coworking space Copernico, gestito dalla StartiMiUp, in via Copernico 38 , ci sarà un interessante incontro sui beacon, con l’obiettivo di discutere i possibili casi di utilizzo dei nostri dispositivi.

L’incontro è gestito dagli amici dell’Alive Devs Society, una community milanese di sviluppatori e appassionati iOS. L’incontro è gratuito, a patto che portiate qualcosa da bere e mangiare (di quello, non si può mai fare senza!). Qui il link per iscriversi all’evento, passaggio necessario, poiché i posti sono limitati.

Riepiloghiamo:

Beacon: tutto quello che devi sapere prima di creare il tuo primo progetto

Milano, Lunedì 18 Maggio 2015, h. 19.00

via Copernico 38, presso il coworking space di StartiMiUp

 

Contatti

Janus s.r.l.
via Speranza, 35
40068 S. Lazzaro di Savena
Bologna

Tel:. 051 6277711
Fax: 051 6277701
marketing@beaconitaly.it
P.I. e C.F. 01857771206
Registro Imposte Bologna 26936/98
Cookie Policy
Privacy Policy